arrow
arrow

Cerca

Utenti online

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online

Share

Sogni e miracoli

Siedi ancora un po’

ho da raccontarti una storia.

Si tratta di una magia

che non si vede,

non si tocca, non si sente.

No, non alzarti, resta ancora un po’.

Siedi e riscaldati con le mie parole:

è un fuoco che non ho mai spento,

che alimento ogni notte ed ogni dì.

Aspettavo tu passassi,

l’attesa sembrava senza fine,

poi invece dall’angolo della strada

finalmente sei giunto a me.

La stanchezza è stata mia complice

ed io ho gioito.

Ah,si! La Storia!

Racconta di un uomo ricco e pieno di affetto.

Una sera dormiva nel suo letto,

accanto al camino acceso.

Ad un tratto la finestra si spalancò,

e nella fredda notte di dicembre

nella stanza dell’uomo

entrò una stella.

L’uomo sbarrò gli occhi:

Qualcuno gli aveva fatto un dono così grande?!

A lui, proprio a lui che poteva avere tutto!

A lui che non aveva mai chiesto nulla!

A lui che non aveva mai avuto bisogno di chiedere nulla!

Poi la stella volteggiò nel soffitto,

fece ancora un giro,

a perlustrare l’angolo più buio della stanza,

sussurrò parole d’argento

e naufragò

in una luminescenza senza confronto.

L’uomo stava lì a guardare.

Perché era successo a lui?

Perché gli si chiedeva di amare?

La storia è una storia come tante.

E’ la storia di me, di te,

di un sogno che chiede di essere.

Accadono mille miracoli e mille sogni come questi

ogni istante di ogni ora, di ogni giorno.

Eppure non ce ne accorgiamo facilmente,

ma ci meravigliamo solamente

dei miracoli che non capiamo

e dei sogni che non viviamo.

Francesca Vallone

Media partner della Fucina