arrow
arrow

Cerca

Tutto il meglio è già qui

Copertina libro

Utenti online

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online

Share

Piergiorgio Pulixi

Cara Francesca, cara Carmen, Caro Nicola… Caro Simone, caro Roberto, e cari voi tutti presenti… Ci siamo… So come vi sentite, e un po’ vi invidio. Invidio quella sensazione di sospensione, di attesa, di studio reciproco, di occhiate rubate ai cento giurati in cerca di scalfire la loro maschera di imperturbabilità per intuire chi avranno votato e soprattutto perché… i finalisti saranno di certo molto bravi a nasconderlo, ma sotto i sorrisi, palpitano d’ansia e l’attesa si fa ogni minuto spasmodico.

Guardateli… ora sorridono, ma per un attimo il loro viso è impallidito… avete visto quel tic nervoso all’occhio destro di Nicola…e date un’occhiata alla mano di Carmen: trema! Francesca se la ride, ma è quella più in ansia di tutti… Smettetela di guardarli perché stanno arrossendo, poverini… Non c’è da vergognarsi, perché questo Premio è molto ambito. Come dice sempre il mio caro Ezio, questo Premio porta fortuna, e tanta… forse è ammantato di magia, la stessa che pulsa silente all’interno delle Grotte innanzi a voi, o alle vostre spalle… Riuscite a sentirne la vibrazione?... Dovreste… Questo luogo è magico. Basta dare un’occhiata al cielo, perdersi in quella vastità, e ve ne accorgerete…

Cari finalisti, respirate. Respirate e tranquillizzatevi, perché in realtà avete già vinto. Tutti voi. Avete conosciuto un luogo magico e delle persone splendide, dalla generosità e dall’accoglienza sopraffina. Il vero Premio sono loro, che oggi sono riuniti qui, solo per voi. Sono tanti, vero? Volete sentire quanti sono? Alia, fai un bell’applauso per questi ragazzi… Lo so, ragazzi, vi tremano i polsi… Perché sono tutte persone speciali e illuminate, e voi non volete essere da meno. I giurati sono così illuminati da aver portato due donne in finale quest’anno, e credetemi, nell’ambito nazionale dei Premi, non è una cosa tanto scontata. Anzi. Ma qui ad Alia sono avanti. D’altronde dove altro in Italia potete trovare un caffè a venti centesimi? Bravi, da nessuna altra parte. Ma a parte gli scherzi, è molto bello vedere due ragazze in finale, ed è un ottimo segnale, soprattutto in questo preciso momento storico. La Sicilia, quanto a statura morale, ancora una volta si è dimostrata molto più a Nord di qualsiasi Settentrione… sì, forse è il caso di fare di nuovo un bell’applauso alla cara e vecchia Trinacria, e al suo essere sempre così pronta a battersi per le cause che contano…

Parlavamo di magia… I libri sono magia. Sono telepatia: creano ponti mentali tra persone lontanissime tra loro, addirittura alcune non sono nemmeno più in questo mondo, eppure le loro parole sono rimaste, incolumi agli assalti del tempo… se non è magia questa?! Lo so, mi sto dilungando, ma è solo per protrarre il piacere di stare un poco con voi, nonostante la distanza, perché in qualche modo sono lì, anche se non mi vedete… No, signora della terza fila, non sono dentro la Grotta, stia tranquilla, può tornare a voltarsi… Sono qui, nel cuore del mio adorato Ezio che – spero con voce rotta dalla commozione – vi sta leggendo ora queste parole.


Alia, che regalo che mi avete fatto… Mi basta chiudere gli occhi per essere lì con voi… L’anno scorso vi ho lasciato col cuore carico di emozioni e ricordi bellissimi, che niente mi potrà portare via… Sono sicuro che questa sarà una splendida serata, e per i finalisti sarà indimenticabile. Questa sera avete vinto tutti voi. Hanno vinto i libri. Ha vinto la cultura, e ha vinto Ezio che ogni volta dice che è l’ultima, e invece ogni volta si ricrede, e voi siete sempre di più a sostenerlo… Ma adesso basta parlare! Il gioco deve andare avanti… E vince il Premio Grotte della Gurfa…!!!!.

(momento di pausa e di panico)

Scherzavo…. Vi tocca abbrustolire sulla griglia ancora per un po’…. Arrivederci, mia cara Alia. Vi porterò sempre con me.

Piergiorgio Pulixi

 

 

Media partner della Fucina